PROGETTO ROSSANA
“UNA SCUOLA PER I BAMBINI MASAI”

INTRODUZIONE

Nel corso del campo scuola nel luglio 2019, i volontari dell’associazione “La Carovana del Sorriso-Onlus” hanno visitato un villaggio Masai distante mezz’ora di cammino dal Carovana Charity Village. Nel villaggio masai, in un raggio di 5 km, vivono circa 250/300 masai. Alcuni dei bambini più grandi frequentano la scuola insieme ai bambini della Casa degli Angeli a Mabilloni.
Purtroppo la stragrande maggioranza di questi bambini, soprattutto i più piccoli, non frequenta la scuola poiché il percorso per raggiungere la prima scuola masai è lungo diversi chilometri. Capita inoltre, che nella scuola non servano il pasto principale e questo è un motivo in più per non mandare i bambini a scuola.

La grande sfida per il futuro è quella di far si che tutti i bambini masai abbiano accesso all’istruzione indistintamente. La scuola significa integrazione con il resto della popolazione grazie all’insegnamento della lingua swahili, possibilità di accesso alla secondary school e garanzia di un pasto al giorno. Durante la nostra visita, i membri del villaggio masai ci hanno fatto visionare una capanna ancora da ultimare che avrà lo scopo di ospitare circa 70/80 bambini che attualmente non frequentano la scuola. Nel corso della nostra recente visita a novembre 2019, i lavori per ultimare la scuola sono quasi terminati, il tetto è stato completato così come la maggior parte delle pareti.

OBBIETTIVO DEL PROGETTO

I masai di questo villaggio e del territorio circostante non possono sostenere lo stipendio delle insegnanti. Nel villaggio vivono due donne abilitate all’insegnamento nella scuola/asilo paragonabile alle nostre scuole elementari.
La Carovana del sorriso Onlus si è presa a cuore l’istruzione di questi bambini e lancia una campagna per sostenere le spese del salario delle due insegnanti e per garantire un pasto ai bambini durante la pausa pranzo.
L’obbiettivo è quello di integrare le popolazioni masai con le popolazioni limitrofe. I masai parlano il “maa”, da cui il nome dell’etnia che è da loro pronunciato maasai. L’insegnamento della lingua swahili, permetterà a questi bambini di accedere in futuro alle scuole statali. L’istruzione è l’unica via per sottrarli a matrimoni precoci (tra i masai vige la poligamia) ed evitare centinaia di nascite tra le bambine che mediamente hanno il primo figlio a soli 15 anni. Con la garanzia di un pasto durante le ore scolastiche, e con il tragitto breve per raggiungere la scuola, i genitori saranno motivati a far frequentare la scuola ai loro figli.

La realizzazione e il buon andamento del progetto “una scuola per i bambini masai” verranno costantemente seguiti e monitorati direttamente da Carovana del Sorriso durante le numerose missioni dei volontari, e attraverso la congregazione dei Brothers of the Good Shepherd presenti sul posto.
Il progetto partirà dal 1 gennaio 2020 e non ha una data di scadenza. A seguito del riscontro annuale e dei costanti accertamenti, verrà riconfermato il nostro impegno nel proseguimento del progetto.

FINANZIAMENTO DEL PROGETTO

Finanziare questo progetto significa sostenere gli stipendi di due insegnanti e le spese del cibo che verrà acquistato direttamente dai membri del villaggio e cucinato sul posto.
Il totale mensile richiesto per stipendi e cibo equivale ad € 165,00

€ 165,00 x 12 mesi = € 1.980,00 annuali

Il progetto partirà con una somma di circa 1200€  donati dall ‘accordo di rete Asante Sana e successivamente e definitivamente finanziato dal gruppo Sardegna in memoria della compianta Rossana Pulina

Referenti del progetto “una scuola per i bambini masai”
Presidente Carovana del Sorriso Onlus BEPPE MAMBRETTI mambretti.per@gmail.com
Responsabile Campi Giovani JEANNETTE ROGALLA mabillonicampogiovani@gmail.com

20191122_113002_0000