20201129_215125_0000Non potendo ripetere le belle cene organizzate al ”salottone”, ma nel solco dello spirito di ingegnosità missionaria lecchese, la Carovana del Sorriso ha deciso di organizzare, in collaborazione con il ristorante Il Giardino, la tradizionale festa degli auguri del sodalizio in un modo diverso, con una ” CENA DIFFUSA PRO MISSIONI”.
La cena, a menù fisso, con tutto quello che serve per il brindisi, verrà consegnata direttamente a casa, ma verrà consumata insieme agli altri durante una diretta Facebook nel corso della quale ci si scambierà gli auguri con i dirigenti dell’associazione stessa, i bimbi dell’orfanotrofio (sito nella regione del Kilimanjaro in Tanzania) e con qualche “volontario del lockdown”, il progetto che ha visto una trentina di lecchesi mettersi a disposizione del prossimo. Saranno proprio i volontari del lockdown a consegnare la “dinner box”, che conterrà anche un piccolo ricordo e una lettera di auguri e chissà mai che qualche amico che partecipa non possa aprire la porta e trovarsi davanti un Babbo Natale d’eccezione, il campione Olimpico Antonio Rossi che fa parte proprio di questo gruppo di volontari.
IMG-20201118-WA0010
Per prenotare la propria “cena diffusa” del 19 dicembre (che verrà consegnata a Lecco, Vercurago e Calolziocorte, Oggiono e Mandello del Lario) bisogna chiamare il numero dei volontari del lockdown, 351 9260560, entro il 16 dicembre. Il ricavato (al netto delle spese) sarà interamente destinato al Carovana Charity village “un pezzo di cuore lecchese nella savana masai”, come ama definirlo il fondatore del sodalizio Beppe Mambretti.