4

La carovana del sorriso onlus

Volontariato medico, odontoiatrico, internazionale.

iscritta all’albo anagrafe unica onlus dal11/01/10 a n°34527 tenuta dalla dir.reg. entrate milano

C.F.: 92059940137

Via Amendola, 57 – 23900 Lecco –

tel. +39 393.9479795

e-mail:  info@lacarovanadelsorriso.it

6

AIUTACI

 Con il tuo aiuto economico

Conto Banca Popolare di Sondrio

  IBAN IT15V0569622900000007114X73

 

LO SAI CHE LA TUA DONAZIONE È DEDUCIBILE?

La Carovana del sorriso onlus si dedica da anni alla solidarietà sociale promuovendo attività e iniziative a favore dei soggetti più svantaggiati, senza fini lucrativi. Tutte le donazioni a sostegno dei progetti sono considerate erogazioni liberali a favore della Onlus e comportano il diritto di usufruire di vantaggi fiscali sotto forma di deduzioni scegliendo il trattamento fiscale più conveniente.

DI QUALI VANTAGGI PUO’ BENEFICIARE LA TUA AZIENDA?

È possibile dedurre al 100% le donazioni non superiori a 30.000 Euro a favore delle ONLUS, mentre le donazioni superiori a 30.000 Euro possono essere dedotte fino al 2% del reddito di impresa dichiarato (art.100 comma 2, lettera h del D.p.r. 917/86).

In alternativa, è possibile dedurre dal proprio reddito le donazioni, in denaro e in natura, a favore delle ONLUS, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000 Euro annui (art. 14 comma 1 del Decreto Legge 35/05 convertito in legge n° 80 del 14/05/2005).

COME FRUIRE DEI BENEFICI FISCALI

Per fruire delle agevolazioni fiscali, oltre al riepilogo delle donazioni effettuate nell’anno rilasciato da la carovana del sorriso onlus , dovrai conservare:

– La ricevuta di versamento, nel caso di donazione con bollettino postale;
– L’estratto conto della carta di credito, per donazioni con carta di credito;
– Lestratto conto del tuo conto corrente (bancario o postale), in caso di bonifico o RID.

Ricordati che la carovana dei Sorriso Onlus consente ai donatori di scegliere il regime fiscale per loro più conveniente, in quanto redige scritture contabili cronologiche, complete e analitiche, rappresentative dei fatti di gestione. Redige inoltre, entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio, un apposito bilancio rappresentativo della situazione patrimoniale, economica e finanziaria (in conformità di quanto indicato dalla Legge 80/2005 e dalla C.M. 39/E del 19-8-2005).

Possono costituire oggetto di liberalità anche le donazioni in natura (cessioni di beni e prestazioni di servizi gratuite) valorizzate in base al loro valore normale (prezzo di mercato di beni della stessa specie o similari).
Le agevolazioni fiscali non sono cumulabili tra di loro.
Le donazioni in contanti non usufruiscono di alcuna agevolazione.